Protocollo

Consulta il protocollo messo a punto da Qvinto

PROTOCOLLO DI REGOLAMENTAZIONE PER IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL COVID 19 DI QVINTO

Premessa

La stesura di questo protocollo nasce dalla consapevolezza che per combattere questo Virus è necessaria l’attenzione in ogni luogo, mura domestiche, aree comuni e soprattutto luogo di lavoro.

Questo luogo, Qvinto, per noi rappresenta il nostro lavoro, la nostra squadra la nostra famiglia; per i clienti rappresenta un esperienza unica, come trascorrere serate piacevoli gustando pietanze eccellenti e anche dove poter gustare, in una location esclusiva, un ottimo cocktail in compagnie di persone care.

Per queste ragioni vogliamo in assoluto che i nostri ospiti ed i nostri dipendenti si sentano coccolati come sempre, ed in queste “coccole“ abbiamo aggiunto delle attenzioni in piu’ per preservare la salute di tutti.

Abbiamo istituito un ”protocollo di prevenzione“ con la convinzione che una grande organizzazione interna puo’ contribuire a far di Qvinto un locale eccellente da ogni punto di vista.

E’ stato istituito un organo di controllo interno, che non ha solo lo scopo di verificare il rispetto di tutte le procedure messe in atto, ma anche l’obbiettivo di mettere a  proprio agio un cliente che ama trascorrere qualche  ora in armonia, con lo scopo finale di dimostrare che la ristorazione puo’ cambiare ma il calore di Qvinto sarà comunque quello di sempre nonostante le nuove abitudini.

L’organo di controllo è composto dal Manager Prevenzione Covid, Valentini Monica e Valerio Azzolina.

Organi di controllo

Monica Valentini
Valerio Azzolina

Gli stessi hanno individuato dei referenti interni suddivisi per area e settori di rischio:

Responsabile settore cucina

Daniele Creti

Responsabile settore pasticceria

Alessandro Capotosti

Responsabile settore pizzeria

Giuseppe Aiello

Responsabile settore magazzino

Marco Periconi

Responsabile aree comuni e servizi igienici

Marcelo Carvajal

Responsabile celle

Daniele Creti

INDICE

  1. MODALITà DI INGRESSO ED USCITA IN AZIENDA DEL PERSONALE DIPENDENTE
  2. DISPOSITIVI ESTRUMENTI
  3. SPOSTAMENTI INTERNI
  4. SERVIZI IGIENICO SANITARI
  5. SPOGLIATOI DIPENDENTI E SERVIZI IGIENICI
  6. SANIFICAZIONE LOCALI
  7. SISTEMI DI AREAZIONE
  8. MODALITà DI ACCESSO AI FORNITORI
  9. DOTAZIONE DIVISE
  10. GESTIONE SOGGETTO SINTOMATICO
  11. VIGILANZA SANITARIA
  12. INFORMAZIONE
  13. FORMAZIONE DIPENDENTI
  14. SCHEDE DI AUTOCONTROLLO
  15. GESTIONE DEI CLIENTI
  16. LAVAGGIO STOVIGLIE E TOVAGLIATO
  17. PROCEDURE E AREE DI PRODUZIONE
  18. GESTIONE SALA INTERNA ED ESTERNA
  19. SERVIZIO BAR
  20. PAGAMENTO
  21. ACCESSI AI SERVIZI IGIENICI
  22. RIFIUTI
  23. ZONE ESCLUSIVE DIPENDENTI

1) MODALITà DI INGRESSO ED USCITA DEL PERSONALE DIPENDENTE

INIZIO TURNO: il personale dipendente prima di accedere in Azienda dovrà  misurare la temperatura per mezzo del Termoscanner. L’ingresso sul luogo di  lavoro, sarà ammesso solo se  la  temperatura sarà inferiore a  37,5 ° e solo in presenza di  mascherina protettiva. È  fatto obbligatorio procedere alla sanificazione della mani prima di fare ingresso nei locali aziendali, per mezzo dei dispenser con gel a base alcolica (come da indicazione dell’OMS) messi a disposizione dei dipendenti.

FINE TURNO: alla fine di ogni turno di lavoro, il personale verrà sottoposto nuovamente alla misurazione della temperatura, con lo scopo primario di salvaguardate la salute di tutti e quindi contenere la diffusione del COVID 19.

Gli orari di lavoro saranno rimodulati al fine di non creare assembramenti nelle zone comuni. Verrà redatto un registro nel quale saranno annotate le temperature rilevate ai dipendenti in fase di ingresso ed in fase di uscita.

2) DISPOSITIVI E STRUMENTI

TERMOSCANNER: il nostro personale in  ingresso ed  in  uscita sarà sottoposto alla misurazione della temperatura tramite termoscanner (ad inizio turno e a fine turno). Come indicato dall’OMS, se la temperatura dovesse superare i 37.5° il dipendente non potrà accedere al locale e si eseguiranno le relative procedure indicate dal Ministero della Salute.

MASCHERINE: l’azienda fornisce ai propri dipendenti le mascherine in stoffa lavabili con i relativi filtri e le mascherine chirurgiche monouso. Altresì per eventuali situazione critiche, sono a disposizione anche le FFP2 (da utilizzare se presenti casi particolari come il sospetto di un soggetto positivo o per le pulizie di ambienti altamente rischiosi come le toilette). Il dipendente indosserà le mascherine durante tutta la durata del servizio lavorativo soprattutto nei momenti in cui non è possibile mantenere il distanziamento sociale di 1 metro.

GUANTI: l’azienda fornisce a tutti i dipendenti guanti monouso in lattice da utilizzare durante tutta la durata del servizio nelle operazioni piu’ a rischio.

CAMICI USA E GETTA: tutto lo staff cleaner per la pulizia dei servizi igienici indosserà dei camici usa e getta come ulteriore protezione.

VISIERA PROTTETTIVA: Sono a disposizione delle visiere protettive da utilizzare in caso si dovessero manifestare situazioni particolari in cui il rischio di contagio può essere alto, come presenza di sintomatico da COVID 19.

TUTE PROTETTIVE: Sono a disposizioni numero 2 tute protettive da utilizzare in caso in cui la situazione richieda di mettere in isolamento immediato un componente dello staff.

PRODOTTI PER L’IGIENE

  • FORNITURA 1: di Bayer Hygenist da 750 ml
  • FORNITURA 2: di di Hygenist Pav&Piastr sl20 5L
  • FORNITURA 3: candeggina pura e candeggina diluita
  • FORNTIURA 4: Alcool
  • FORNITURA 5: gel mani

3) SPOSTAMENTI INTERNI

Il personale, per contenere la diffusione del virus procederà agli spostamenti interni mantenendo il distanziamento sociale. Le attività di norma svolte, saranno rimodulate sulla base delle nuove normative.

Ogni tipo di Staff meeting verrà effettuato con sistemi informatici, oppure in zone circoscritte rispettando il distanziamento sociale.

Ogni corso di formazione verrà effettuato invece con moderne piattaforme informatiche per evitare il piu’ possibile forme di assembramento.

4) SERVIZI IGIENICI DEI CLIENTI

Il protocollo interno redatto per la pulizia dei servizi igienici prevede la sanificazione degli stessi con costanza utilizzando relative schede di autocontrollo e prodotto specifici.

La sanificazione avviene con una frequenza minima di 4 volte al giorno. I prodotti utilizzati dall’azienda rispettano i requisiti indicati dal Ministero della Salute.

Abbiamo scelto per una migliore attenzione, oltre che prodotti con componenti alcoliche e ipoclorito anche prodotti anti virucida.

All’interno delle toilette saranno messi a disposizione dei clienti detergenti per la pulizia delle mani e tovaglioli monouso per asciugarsi. Al fine di una corretta informazione saranno affisse le normative generali sul conteni- mento del contagio.

L’ingresso nelle toilette è consentito ad un massimo di tre (3) persone contemporaneamente, le stesse dovranno indossare sempre il dispositivo personale di protezione (mascherina). Altresi’, le toilette sono fornite di erogatori di acqua e sapone elettronici per diminuire il contatto il piu’ possibile. Lo staff cleaner nelle operazioni di pulizia sarà munito di mascherine ffp2, camici monouso, guanti.

5) SPOGLIATOI E SERVIZI IGIENICI DEL PERSONALE DIPENDENTE

Il protocollo interno redatto per la pulizia dei servizi igienici e degli  spogliatoi prevede la sanificazione degli stessi con costanza utilizzando relative schede di autocontrollo. La sanificazione avviene con una frequenza minima di 2 volte al giorno.

I prodotti utilizzati dall’azienda rispettano i requisiti indicati dal Ministero della Salute. Abbiamo scelto per una migliore attenzione di utilizzare oltre che prodotti con componenti alcoliche e ipoclorito anche prodotti anti virucida.

All’interno delle toilette saranno messi a disposizione per i dipendenti detergenti per la pulizia delle mani e tovaglioli monouso per asciugarsi. Al fine di una corretta divulgazione delle informazioni saranno affisse nella zonea spogliatoi le modalità per la corretta pulizia personale.

L’accesso agli spogliatoi sarà semplificato a seguito della rimodulazione dei turni di lavoro affinchè non vi siano assembramenti prima  e  dopo il turno di lavoro. L’ingresso nell’area spogliatoio è  consentita ad un massimo di  3 persone contemporaneamente (Tre persone per lo spogliatoio maschile e tre persone per lo spogliatoio fem- minile).

6) SANIFICAZIONE LOCALE

I dati disponibili sul COVID 19 mostrano che il virus ha una sopravvivenza di minimo 3 ore, massimo 7 giorni sulle superfici e viene disattivato dopo circa 5 minuti una volta entrato in contatto con componenti disinfettanti.

Al fine di preservare la salute di tutti abbiamo scelto di affidarci ad una ditta specializzata per la sanificazione. La procedura è stata effettuata in data 15.05.2020, ed è stato rilasciato regolare certificato. Il personale interno preposto alla pulizie primarie degli ambienti ed altri componenti dello staff (staff cleaner) hanno effettuato un corso, con lo scopo di conoscere tutte le procedure ed i prodotti da utilizzare per mantenere il locale costante- mente sanificato. Il corso al quale hanno partecipato è comprovato da apposita certificazione.

Durante il giorno di chiusura settimanale (Lunedi), lo staff cleaner effettuerà la sanificazione a fondo di tutte le aree del locale interne ed esterne.

L’azienda assicura quindi la sanificazione giornaliera di tutte le aree del locale e delle postazioni di lavoro se- condo quanto disposto da HACCP utilizzando in aggiunta i prodotti virucida e prodotti a base alcolica.

Nel caso in cui ci sia una persona affetta da COVID 19 all’interno dell’Azienda, si procederà alla sanificazione secondo quanto indicato dalla circolare 5443 del 20.02.2020 del Ministero della Salute, nonché alla ventilazione di tutte le aree del locale con particolare cura.

7) SISTEMI DI AERAZIONE

Il Covid 19 può essere trasmesso tramite l’aria solo se in essa sono presenti goccioline provenienti da respiri, tosse e starnuti. Pertanto la qualità dell’aria che respiriamo è fondamentale e a tal proposito garantiamo il ricambio d’aria con la massima frequenza.

La manutenzione degli impianti viene effettuata costantemente da apposita ditta autorizzata che certifica ogni volta la tipologia di intervento effettuata, ovvero pulizia o sostituzione filtri. La stessa ditta di volta in volta stabilirà la frequenza con cui tali attività avranno luogo.

8) MODALITà DI ACCESSO AI FORNITORI

I nostri collaboratori esterni non potranno accedere alle zone comuni del locale. Solo se necessario potranno fare ingresso nella zona magazzino dotata di entrata indipendente. Gli stessi saranno sottoposti alla misurazione della temperatura e dovranno indossare i dispositivi personali di protezione quali mascherina e guanti.

Al fine di non creare assembramenti ci impegniamo a ricevere le merci in orari scaglionati informando adeguatamente e nei tempi utili tutti i nostri fornitori. Gli accessi dei fornitori/trasportatori verranno inseriti su apposito registro, lo stesso sarà conservato per almeno 30 giorni.

Tutti i fornitori e/o trasportatori saranno informati anticipatamente delle regole vigenti nel nostro locale.

9) DIVISE PERSONALE

L’azienda ha messo a disposizione di tutto il personale le divise suddivise per settori, che saranno utilizzate esclusivamente durante la durata del proprio servizio. L’organo di controllo interno, provvederà alla verifica quotidiana delle stesse, affinchè abbiano sempre uno stato di pulizia assoluto, indicando al team le modalità di conservazione e lavaggio delle stesse nonché della frequenza.

Al fine di una maggiore attenzione non è possibile dare in prestito anche se temporaneo la propria divisa personale. È vietato lasciare negli spogliatoi divise già utilizzate e che quindi debbano essere lavate.

10) GESTIONE DI UNA PERSONA SINTOMATICA IN AZIENDA

Nel caso in cui una persona presenti sintomi influenzali (quali tosse, problemi respiratori ) deve necessariamente darne evidenza all’organo di controllo interno. In base alla normative dell’autorità sanitaria, lo stesso soggetto deve essere posto immediatamente in isolamento, se possibile con i migliori dispositivi personali di sicurezza (mascherina ffp2, guanti, tuta protettiva, occhiali o visiera).

In tal caso l’azienda provvederà a darne comunicazione alle autorità competenti e a contattare i numeri di emergenza messi a disposizione per il COVID 19 e collaborerà con gli organi stessi al fine di individuare potenziali persone contagiate.

Le autorità potranno disporre misure cautelative drastiche laddove lo ritengano necessario, quali la quarantena e la chiusura temporanea del locale stesso. A tal proposito è importante quindi rispettare tutte le regole che  sono in essere per evitare il contagio.

11) VIGILANZA SANITARIA

La sorveglianza sanitaria in questo momento storico non deve essere interrotta, anzi le visite del medico del lavoro devono proseguire con le dovute scadenze. Si consiglia di prestare la massima attenzione a persone immuno-depresse nonché a persone con un’età avanzata.

Per la sua competenza il medico potrà valutare se adottare eventuali mezzi diagnostici utili per contenere la diffusione del COVID 19.

In caso di reintegro in azienda a seguito di infezione da Covid 19 il medico competente, oltre che analizzare i certificati medici inviati che dovranno comprendere la negativizzazione del tampone secondo le modalità del dipartimento di prevenzione sanitaria , potrà sottoporre il soggetto ad ulteriore visita medica.

È precluso l’accesso a chiunque negli ultimi 15 gg abbia avuto contatti con soggetti affetti da Covid-19 o che

provenga da zone a rischio così come indicato dall’OMS

Chiunque entri in contatto con personale medico o soggetti che potenzialmente lavorino con  individui affetti da Covid-19 deve darne opportuna comunicazione alla Direzione aziendale

12) INFORMAZIONE

L’azienda attraverso le modalità piu’ idonee ed efficaci informa tutti i lavoratori ed i clienti o qualunque altra persona faccia ingresso ai locali circa le disposizioni delle Autorità, affiggendo in zone ben visibili appositi de- pliant informativi.

In particolare le informazioni riguardano:

-obbligo di rimanere al proprio domicilio in caso di sintomi influenzali e temperatura superiore a 37.5 °, dandone immediata comunicazione al medico curante;

  • di essere consapevoli ed accettare il fatto che è necessario, per la tutela di tutti, di dichiarare tempestiva- mente laddove, successivamente all’ingresso in azienda, si presentino sintomi riconducibili al COVID 19. Per i dipendenti è obbligatorio darne comunicazione contestuale all’organo di controllo interno;
  • l’impegno nel rispettare tutte le precauzioni igieniche;
  • le regole da seguire per un corretto comportamento finalizzato al contenimento della diffusione del virus.

13) FORMAZIONE DIPENDENTI

Tutto il personale dipendente ha partecipato ad un corso formativo con  oggetto le  modalità di  prevenzione del COVID 19 sul luogo di lavoro. Ad ogni soggetto è stato rilasciato relativo attestato di partecipazione e superamento del corso.

Nello specifico, l’azienda ha fatto in modo che ogni dipendente fosse in grado di conoscere le informazioni riguardanti :

  • Il nuovo coronavirus (come si trasmette, cosa è, ecc.)
  • Modalità di trasmissione
  • Norme di prevenzione
  • Norme igieniche
  • Sanificazione
  • Distanziamento sociale
  • Utilizzo dei dispositivi individuali di protezione (DIP)
  • Gestione dei fornitori
  • Gestione dei servizi di manutenzione
  • Gestione casi positivi al covid (dipendenti e clienti)
  • Smaltimento dei dispositivi personali di sicurezza

L’azienda si impegna e tenere aggiornato il personale dipendente su normative, disposizioni ed eventuali ulteriori regole alle quali tutto lo staff Qvinto dovrà attenersi sia in caso di nuova emergenza sia in caso di rallenta- mento del contagio. Pertanto tale regolamento potrà essere ampliato in seguito con appendici.

I dipendenti potranno rivolgersi al Manager di Prevenzione Covid per ogni dubbio o comunicazione al riguardo.

14) SCHEDE DI AUTOCONTROLLO

Il protocollo prevede che ogni settore sia fornito di schede di autocontrollo, questo al fine di analizzare con attenzione che ogni procedura interna in tema di prevenzione COVID 19 sia effettuata con la tempistica e la corretta modalità.

Le schede di autocontrollo in tema di sanificazione, predisposte per ogni settore, vengono verificate quotidianamente. Ogni protocollo, potrebbe subire modifiche a causa di ulteriori indicazioni delle Autorità quali l’OMS e l’ISS, pertanto l’azienda si impegna a tenere aggiornate le procedure, le schede di auto controlli e a divulgare ogni modifica al personale.

15) GESTIONE DEI CLIENTI

Allo scopo di disciplinare l’ingresso nel locale, è preferibile ricevere clienti esclusivamente su prenotazioni, dando agli stessi la possibilità di provvedere alla richiesta sia attraverso il nostro sito che telefonicamente.

Ogni prenotazione si riterrà valida solo mediante espressa conferma da parte del locale.

Verrà redatto un registro delle prenotazioni e lo stesso verrà custodito per i 30 giorni successivi alla data di ingresso al locale. Saranno indicati i dati principali quali Nome, Cognome, numero ospiti, telefono ed indirizzo di posta elettronica.

Sarà nostra cura informare anticipatamente i clienti delle normative vigenti all’interno del locale, quali utilizzo della mascherina ,che potrà essere tolta solo nel momento in cui ci si accomoda al proprio tavolo. Pertanto  ogni qual volta un soggetto si allontanasse dal tavolo a lui riservato, è fatto obbligo indossare il dispositivo personale di protezione. Inoltre, è consigliato non poggiare il dispositivo individuale di protezione sul tavolo.

Il distanziamento sociale viene garantito tra sedute con distanza di 1 mt, ad eccezione delle persone che inbase alle disposizioni vigentinon siano soggette a distanziamento interpersonale, detto ultimo aspetto  afferi-sce alla responsabilità individuale (bollettino n 64 Regione Lazio del15.05.2020)

Le prenotazioni saranno scaglionate a fasce orarie al fine di evitare assembramenti sia all’ingresso che nel  locale stesso. Il cliente, all’ingresso dovrà sottoporsi al controllo della temperatura corporea nel rispetto della privacy. Laddove la temperatura dovesse superare i 37,5 ° non è consentito l’accesso nel locale a tutti i componenti della prenotazione , e nel rispetto della salute di tutti inviteremo il soggetto ipoteticamente contagioso, a contattare i numeri messi a disposizione per il COVID 19 oppure direttamente il medico curante.

Si ribadisce che sia il cliente sintomatico che gli eventuali accompagnatori non potranno accedere al locale per nessun motivo.

16) LAVAGGIO STOVIGLIE E TOVAGLIATO

Il tovagliato utilizzato dalla nostra Azienda, da sempre viene sottoposto a lavaggi presso ditte che forniscono tale servizio garantendo standard di igiene con lavaggi non inferiori a 70°. Mentre la pulizia delle stoviglie, bic- chieri e piatti viene effettuata con macchinari interni che garantiscono una temperatura non inferiore a 60 °.

Ogni macchinario viene sottoposto da sempre a regolare manutenzione al fine di avere un livello altissimo di igiene.

17) PROCEDURE DI PRODUZIONE

Le buone pratiche igieniche costituiscono un elemento fondamentale per mantenere il contenimento del virus negli ambienti di produzione.

Rispetto alle condizioni esterne di temperatura il COVID 19, risulta stabile alle temperature di refrigerazione (+4°). A temperatura ambiente invece dimostra una minore stabilità puo’ restare vivo fino a 7 giorni a 22  °  e  fino a 1 giorno a 37 °.

Non si rilevano virus infettanti dopo 30 minuti a temperatura di 56 ° e dopo 5 minuti a 70 °.

Quindi al fine di garantire una sicurezza degli alimenti è  di vitale importanza  in fase di produzione assicurare  una costante adesione delle norme igieniche, come già regolamentato nel manuale di HACCP.

Le principali norme igieniche, già in adozione, per evitare la contaminazione di alimenti da parte di micro or- ganismi nocivi per la salute umana quando si manipolano, preparano, trasformano e somministrano gli alimenti, rappresentano un approccio anche nei confronti della diffusione del COVID 19.

A tal proposito includono:

  • Pulizia accurata delle superfici con appositi prodotti
  • Lavaggio frequente di mani e braccia di tutti gli operatori
  • Utilizzo abbigliamento idoneo per il settore di produzione
  • Separazione degli alimenti cotti da quelli crudi durante la conservazione
  • Dopo la cottura utilizzare strumenti ed utensili differenti da quelli utilizzati per la lavorazione a crudo e lavare accuratamente braccia e mani
  • Utilizzare le mascherine ed i guanti durante la manipolazione, preparazione e confezionamento degli alimen- ti. Queste procedure già in uso nel settore servono anche per ridurre la possibilità di deposizione di virus da soggetti inconsapevolmente infetti.
  • Divieto di accesso nelle zone di produzione al personale non autorizzato nonché a persone esterne
  • Distanziamento sociale di 1 metro tra addetti
  • Dispositivi di sicurezza individuale
  • Gel o disinfettanti mani e braccia a vista in ogni area, per un facile utilizzo
  • Sanificazione delle zone almeno 2 volte al giorno utilizzando appositi prodotti in base alle superfici da deter- gere
  • Affissione di opuscoli con indicazione delle regole da seguire per il contenimento del contagio del COVID 19

18) GESTIONE SALA E SERVIZIO

ZONE INTERNE

  • Sanificazione quotidiana dei locali in funzione dell’orario di apertura e di utilizzo (minimo 2 volte al giorno)
  • Disposizione dei tavoli garantendo il distanziamento sociale secondo normativa vigente
  • Il distanziamento sociale viene garantito tra sedute con distanza di 1 mt.
  • Tutti gli ospiti devono utilizzare i posti a sedere non è consentito consumare in piedi
  • Deve essere sempre rispettata la distanza tra l’operatore addetto al servizio ed il cliente, altresì l’addetto deve essere sempre munito di mascherina e deve igienizzare con costanza e cura le mani
  • Gestione delle prenotazioni al fine di non creare assembramenti all’ingresso del locale
  • Sui tavoli e nelle zone comuni sono a disposizione dei clienti dispenser e bustine di gel per la pulizia delle mani
  • Gli oggetti utilizzati per il servizio (cestino pane, prodotti per condimento, ecc.) non possono essere messi a disposizione di nuovi clienti senza adeguata igienizzazione, quindi dovranno subire i processi di sanificazione
  • I guanti devono essere cambiati in base alle operazioni svolte dall’addetto oppure attenersi ad uno scrupoloso lavaggio mani con appositi gel
  • I menù saranno digitalizzati quindi consultabili tramite APP e QR Code, in caso di necessità dei clienti garantiamo la totale sanificazione anche dei menù ordinari
  • Sono a disposizione nel locale dei cestini dedicati allo smaltimento dei guanti e mascherine
  • Porre attenzione alle operazioni di  sbarazzo utilizzando sempre guanti per evitare contatti diretti con posate   e bicchieri
  • Le toilette sono dotate di saponi, erogatori di acqua elettronici nonché di opuscoli con le principali indicazioni per contenere il contagio.

ZONE ESTERNE

Le procedure adottate negli ambienti interni vengono applicate anche negli spazi esterni.

  • Si presterà attenzione al distanziamento dei tavoli come da normativa vigente
  • Corretta pulizia dei tavoli dopo il loro utilizzo
  • Adeguata gestione di ingressi ed uscite
  • Delimitazione degli spazi

19) SERVIZIO BAR

  • Controllo costante degli ingressi volti ad evitare assembramenti
  • Non si effettua servizio al bancone
  • È consentito l’accesso alle toilette ad un massimo di tre persone rispettando sempre il distanziamento sociale
  • La toilette è dotata di erogatori di acqua automatici e di dispencer carta monouso
  • È consentita solo la consumazione al tavolo rispettando le normative vigenti rispetto al distanziamento dei tavoli e dei posti a sedere

20) PAGAMENTO

  • Preferibile la modalità di pagamento elettronica
  • Sistemi di sanificazione per le mani messi a disposizione nei punti cassa
  • Gli addetti alla cassa sono muniti di mascherina protettiva e all’occorrenza di guanti
  • Utilizzare obbligatoriamente i guanti ,per i pagamenti con mezzo contante
  • Prediligere il conto direttamente al tavolo del cliente
  • Nel punto cassa è stata installata la barriera protettiva
  • Sanificazione costante degli apparecchi POS
  • Per i  clienti che hanno necessità della fattura,  è  obbligatorio richiederla prima del conto  comunicando tutti i dati necessari per la fatturazione.
  • Non sono ammessi pagamenti con assegno bancario o con bonifico bancario

21) ACCESSO AI SERVIZI IGIENICI

L’analisi di rischio e di esposizione al COVID 19, attraverso l’acqua e servizi igienici indica che sussistono, allo stato attuale, elevate possibilità di contagio pertanto:

  • gli ingressi alle toilette saranno consentiti per un massimo di 3 persone per volta
  • sanificazione dei servizi igienici costante, come precedentemente indicato
  • nel caso in cui si stia procedendo alla sanificazione dei servizi igienici è buona abitudine non creare assembramenti all’ingresso ma attendere al proprio tavolo

22) GESTIONE RIFIUTI

Nel presente protocollo viene considerata la  gestione di  due  tipi di  rifiuti e precisamente:

  1. Rifiuti assimilabili ai solidi urbani abituali
  2. Rifiuti prodotti in presenza di soggetti positivi al tampone

Oltre alla normale gestione della raccolta differenziata si consiglia di smaltire mascherine e guanti, rotoli di carta, fazzoletti, carta monouso in genere nell’indifferenziata. Si raccomanda di chiudere ogni sacchetto con estrema attenzione al fine di non incorrere nello spargimento di rifiuti durante ogni tipo di trasporto.

I rifiuti entrati in contatto con soggetti positivi devono essere trattati come rifiuti speciali pertanto suddivisi se- paratamente da tutti gli altri generi.

23) ZONE ESCLUSIVE DIPENDENTI

Tutti i dipendenti potranno utilizzare la loro “pausa lavoro“ esclusivamente nelle zone esterne del locale. È a disposizione la parte esterna retro cucina, nella quale sono già posizionati tavoli e sedie.

E’ obbligatorio procedere alla sanificazione con una frequenza minima di 2 volte al giorno, ed è anche sottointeso che tutta la zona deve essere mantenuta pulita ed in ordine.

Il pranzo dei dipendenti avrà luogo nella zona esterna della cucina, per condizioni metereologiche non ottimali sarà possibile consumare il pasto nella zona interna dandone comunicazione al proprio referente

Verranno utilizzati materiali monouso e sarà obbligatorio a fine pasto procedere alla sanificazione delle superfici.

Per evitare assembramenti non è possibile per nessun motivo consumare il  caffè al  bancone; a  tal proposito è  a disposizione nella zona magazzino la macchinetta del caffè automatica. La macchina eroga il caffè con le classiche cialde.

Ad ogni fine pausa o pasto, e quindi prima del servizio il personale dovrà pulire accuratamente le mani o utilizzare i guanti a seconda dell’attività in cui è impiegato.

Non è consentito accedere al locale prima dell’inizio del proprio turno di lavoro se non per comprovate esigen- ze lavorative.

La porta di emergenza comune sita nella zona della cucina dovrà restare chiusa, l’uscita per motivi diversi da emergenza o attività lavorative è consentita solo dalla porta di emergenza della pasticceria.

Come già indicato in precedenza, la sosta negli spogliatoi non deve essere prolungata per dare possibilità a  tutti di utilizzare lo spazio.

È divieto assoluto accedere al locale da ingressi secondari, in quanto solo all’ingresso principale è sito il termo- scanner; in caso di violazione di questa procedura verrà emessa lettera di richiamo immediata.

L’accesso al magazzino per le attività di approvvigionamento è consentito solo dalla porta di ingresso principale, il transito della scala a chiocciola deve essere limitato per l’accesso agli spogliatoi.

Per necessità estreme e comprovate possono essere ammesse eccezioni solo dopo valutazione del Manager di prevenzione Covid 19.

Conclusioni

Tutto il personale ha l’obbligo, anche morale, di attenersi a tale regolamento per la tutela della salute di tutti.  Per un  miglior apprendimento avrete disposizione delle schede di  valutazione rischio nelle quali sono indicati  i punti critici ed i loro livelli dicontagio.

Settimanalmente verrà redatto un verbale nel quale sono indicati gli esiti delle verifiche effettuate, per como- dità saranno compilate anche delle schede di valutazione, consultabili da tutti.

Se l’organo di controllo dovesse rilevare delle inesattezze rispetto alle procedure potrà effettuare un richiamo scritto al soggetto interessato. Al secondo richiamo la Direzione potrà valutare se interrompere il rapporto lavo-rativo con il dipendente.

Le schede di autocontrollo, devono essere compilate con precisione e attenzione, non possono essere tollerati refusi. Lo staff ha l’obbligo di essere preparato sul tema COVID 19 in quanto è fondamentale conoscere tutte le misure da adottare al fine di contenere il contagio del Virus.

L’organo preposto è a disposizione dei dipendenti per approfondire dubbi sul tema.